MACROLOGHI: loghi visti da molto vicino

0 Flares 0 Flares ×

I loghi e i marchi sono entità strane. Quando ti trovi a doverne progettare uno, spesso devi  rincorrerli e non sono facili da acchiappare. Altre volte sono loro che si presentano spontaneamente alla tua porta mentale dicendoti: “Eccomi, mi stavi cercando?“. E da quel momento è amore a prima vista.

Il più delle volte sono oggetti semplici, semplicissimi, pensate allo swoosh della Davidson che la Nike all’epoca pagò solo 35 dollari (anni dopo fu comunque ampiamente ricompensata). Qualcuno, non ricordo chi, disse che un buon logo lo si deve poter disegnare con un dito sulla sabbia.

Ma cosa accade ai tuoi loghi, una volta che, lasciato il tuo computer, si incamminano per la loro strada? Finiscono stampati sui materiali più disparati.

Ho deciso di collezionare foto di loghi più o meno famosi presi dal mondo reale e visti da vicino, molto vicino. Per farlo ho utilizzato un obiettivo Nikon AF Micro-Nikkor 60mm f/2.8D su fotocamera Nikon D80.

E il primo logo fotografato non poteva che essere questo:

[continua…]

Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.

Articoli simili che potrebbero interessarti:



I commenti sono chiusi.